Webagency Bari | Realizzazione siti internet Bari


PRIMISUIMOTORI. OCCHIO ALLA BUFALA.

PRIMISUIMOTORI. OCCHIO ALLA BUFALA
Veniamo sempre più spesso contattati da utenti, in possesso di un sito internet, che ci chiedono se anche noi offriamo servizi per indicizzare sui motori di ricerca. Oggi il mercato internet è invaso da agenzie web, webmaster o spesso semplici venditori che offrono miracolose "cure" per il vostro sito internet in grado di posizionare siti ai primi posti dei motori di ricerca. Su questi argomenti bisogna essere estremamente riflessivi, attenti e diffidenti perchè la bufala è pronta e ben impacchettata !
Prima di tutto, leggete cosa dice il Sig. Google in persona:

"La decisione di avvalersi di un SEO è una decisione importante che può potenzialmente migliorare il tuo sito e consentirti di risparmiare tempo, ma può anche rischiare di danneggiare il tuo sito e la tua reputazione."
E ancora: "Google non accetta mai denaro per includere o posizionare i siti nei propri risultati di ricerca. Inoltre, per essere inclusi nei risultati di ricerca organici di Google non è previsto alcun pagamento."
E ancora:

"Nonostante i SEO in genere forniscano un servizio utile per i propri clienti, alcuni SEO disonesti hanno messo in cattiva luce l'intera categoria con le loro iniziative di marketing eccessivamente aggressive e i tentativi di manipolare in modo scorretto i risultati dei motori di ricerca. Le pratiche che violano le nostre norme possono portare a una modifica negativa della presenza del tuo sito su Google o persino alla sua rimozione dal nostro indice. Di seguito segnaliamo alcuni aspetti da prendere in considerazione:

Diffida dei SEO, delle agenzie e dei consulenti web che inviano email indesiderate.
Riserva ai messaggi email indesiderati sui motori di ricerca lo stesso scetticismo che dimostri verso le email che pubblicizzano pillole in grado di farti "perdere peso mentre dormi" o alle richieste di aiuto per il trasferimento di fondi di dittatori destituiti.

Nessuno può garantire il raggiungimento della prima posizione nei risultati di Google.
Non fidarti dei SEO che affermano di garantire una determinata posizione nei risultati, che vantano di avere un "rapporto speciale" con Google o che pubblicizzano l'"inclusione prioritaria" su Google. Google non ammette inclusioni prioritarie.

Scegli con giudizio.
Mentre valuti la proposta di un SEO, è opportuno eseguire ricerche sul suo conto. Ovviamente Google rappresenta un ottimo strumento per questo tipo di ricerca.

Quali sono gli abusi più comuni che il titolare di un sito web potrebbe incontrare?

Una delle frodi più comuni è la creazione di domini "ombra" che inviano gli utenti a un sito mediante reindirizzamenti ingannevoli. Tali domini ombra sono spesso di proprietà dello stesso SEO che pretende di lavorare per conto di un cliente. Tuttavia, se il rapporto di collaborazione si deteriorasse, il SEO potrebbe puntare il dominio a un sito diverso o persino al sito di un concorrente. Se ciò accadesse, il cliente avrebbe pagato per lo sviluppo di un sito concorrente posseduto interamente dal SEO.
Un altro stratagemma illecito consiste nel collocare pagine doorway contenenti molte parole chiave in un punto del sito del cliente. Il SEO garantisce che in tal modo la pagina risulterà più pertinente per un numero maggiore di ricerche. Questo è intrinsecamente falso, dal momento che singole pagine sono raramente pertinenti per una vasta gamma di parole chiave. Tuttavia, l'aspetto più insidioso è che tali pagine doorway spesso contengono anche link nascosti ad altri clienti del SEO. Tali pagine doorway riducono la popolarità dei link del sito, che risulta invece aumentata per il SEO e gli altri suoi clienti, tra cui siti che trattano contenuti offensivi o illegali.

Quali sono gli altri segnali d'allarme?
Se hai a che fare con un SEO "truffaldino", vi sono alcuni possibili segnali di allarme che è possibile notare. Quello che proponiamo non è certo un elenco esaustivo; pertanto, in caso di dubbio, fidati del tuo istinto. Sentiti libero di rifiutare se il SEO:

  • è proprietario di domini ombra
  • inserisce link ad altri suoi clienti su pagine doorway
  • offre la vendita di parole chiave nella barra degli indirizzi
  • non fa distinzione tra risultati di ricerca effettivi e annunci visualizzati nelle pagine dei risultati di ricerca
  • garantisce una posizione nei risultati, ma solo in corrispondenza di frasi lunghe e incomprensibili composte da numerose parole chiave che otterresti comunque
  • opera con più alias o informazioni WHOIS falsificate
  • ottiene traffico da motori di ricerca "falsi", spyware o "scumware"
  • altri suoi domini sono stati rimossi dall'indice di Google oppure non è presente nell'indice di Google".
Come potrai aver capito leggendo ciò che lo stesso GOOGLE scrive, non è semplice scegliere la giusta web agency che possa aiutarti (e non garantirti) a posizionare nel migliore dei modi il tuo sito internet.

C'e' chi ti fa scegliere 20 keyword garantendoti di posizionarne 15  su 10 motori di ricerca.....una spece di "battaglia navale"; 
C'e' chi ti garantisce il posizionamento in prima pagina senza neanche chiederti i parametri di accesso al tuo sito per modificare il codice;
C'e' chi si propone come figlio di Google vantando fantomatici accordi internazionali con il famoso motore di ricerca.
 
L'unica cosa che si può fare e chiedere di visionare i risultati raggiunti con altri clienti, valutando questi risultati sempre in modo critico perchè una cosa e' indicizzare un agenzia immobiliare con una keyword pertinente, una cosa è accorgersi che questi risultati non sono così sorprendendi.

E sopratutto fate capire subito che le bufale......le gradite solo a tavola ! :)

Autore / Fonte: Di
Pubblicato il: venerdý 21 ottobre 2011

Magazine

Richiedi informazioni

I campi contrassegnati da * sono obbligatori
INFORMATIVA SULLA PRIVACY 196/03
Accetto il trattamento dei dati personali in conformità del Regolamento UE 679/2016 (GDPR) in materia di Privacy.
Ultimi siti realizzati